salta alla navigazione | salta alla contenuti | salta alla navigazione secondaria | salta al piè di pagina

torna su

Gli anni '30

La prima edizione della Conferenza si svolse a Roma: un’immagine del volume che ne raccolse i risultati
La prima edizione della Conferenza si svolse a Roma: un’immagine del volume che ne raccolse i risultati

I temi e i relatori della Conferenza dal 1930 ad oggi


Le prime edizioni della Conferenza risalgono agli anni Trenta. Ma fu solo nel 1950 che la Conferenza assunse definitivamente la denominazione attuale e - indetta dall’Automobile Club d’Italia e organizzata dall’Automobile Club di Milano - divenne rapidamente la più importante sede nazionale di dibattito permanente sui problemi della motorizzazione, dei trasporti, della viabilità, della sicurezza stradale e delle infrastrutture territoriali che costituiscono il presupposto della mobilità delle persone e delle merci.

 

Gli Anni Trenta

I Conferenza

 

Roma, 5-7 giugno 1930

Unificazione nazionale delle norme e dei segnali per la circolazione urbana

  •  Criteri generali di unificazione delle norme riguardanti la circolazione urbana (Romeo Gallenga Stuart, Enrico Mellini, Arturo Mercanti).
  •  Divieti e limitazioni di transito (Giampelino Corsetti, Orlando Orlandini, Ugo Vallecchi).
  •  Soste e parcamento dei veicoli: rimesse per gli autoveicoli, dislocazione dei posti di rifornimento (Paolo Badano, Mario Bedoni, Antonio Cataldo).
  •  Segnalazioni stradali urbane internazionali e tipo unico delle segnalazioni per tutta Italia; segnalazioni ottiche, acustiche, meccaniche, manuali e unificazione dei tipi (Ferdinando Cusani Confalonieri, Cesare Solari, Filippo Ugolini).
  •  Educazione dell’utente alla strada (Giuseppe Miceli, Guido Faldella, Alberico Norcia).
  •  Criteri formali e di competenza per l’emanazione di regolamenti locali (Ugo Vallecchi, Italo Vandone, Arrigo Zanelli).
  •  Piani regolatori e servizi pubblici (Paolo Sabatino, Marco Semenza, Ferruccio Vezzani).

 

 

II Conferenza
Milano, 17-19 aprile 1931

Unificazione nazionale delle norme dei segnali per la circolazione urbana

  •  Visione generale nazionale e straniera delle norme e dei mezzi di regolazione del traffico (Antonio Crispo, Antonio Mercanti).
  •  Fondamenti internazionali delle regole e delle segnalazioni urbane (Enrico Mellini)
  •  Organizzazione e risultati della prima analisi e statistica del traffico in Milano nel 1930-31 (Ferdinando Cusani Confalonieri).
  •  Progress
  • o ed evoluzione dei sistemi di segnalazione (Ferdinando Cusani Confalonieri, Frantz Cavallotti).
  •  Elementi fisici e psichici nel servizio di regolazione del traffico (Cesare Solari).
  •  L’esame psicotecnico nei guidatori di autoveicoli (Vito Massarotti).
  •  Nuovi criteri tecnici dei servizi pubblici di trasporto urbano (Ugo Vallecchi, Ferrucci Vezzani).
  •  Come i servizi pubblici possono diminuire la congestione del traffico nelle grandi città (Marco Semenza).
  •  I particolari dei Piani Regolatori delle strade e delle piazze e gli accorgimenti per regolare il deflusso dei veicoli e facilitarne la regolazione (Cesare Albertini).
  •  Strade e ferrovie sotterranee e sopraelevate (Emilio Pittarelli).

 

 

III Conferenza
Palermo, 5-9 maggio 1932

 

Regolazione del traffico stradale

  • Relazione del Comitato permanente (Silvio Crespi).
  •  Coordinamento nazionale delle norme e dei mezzi di regolazione del traffico sulle strade extraurbane (Ferruccio Vezzani).
  •  Segnalazioni (Enrico Mellini).
  •  Il problema del traffico nello studio dei Piani Regolatori e di ampliamento, con riguardo all’uso delle aree pubbliche per la sosta dei veicoli e alla facilità e sicurezza della circolazione nelle zone suburbane delle grandi città (Cesare Albertini, Ugo Conte).
  •  La necessità del traffico e la conservazione dell’ambiente caratteristico delle città (Cesare Albertini, Giuseppe Capitò).
  • Rumori stradali e provvedimenti per diminuirli (Ugo Bordoni, Arturo Mercanti).
  •  La illuminazione stradale in rapporto alla disciplina del traffico (Francesco La Farina, Ugo Vallecchi).


Nel 1932 la Conferenza sbarcò in Sicilia: il volume degli atti riporta un’immagine scattata nelle vie di Palermo
Nel 1932 la Conferenza sbarcò in Sicilia: il volume degli atti riporta un’immagine scattata nelle vie di Palermo

IV Conferenza
Genova, 26-29 giugno 1933


Unificazione delle norme e dei segnali per la circolazione urbana

  •  La precedenza nella circolazione stradale urbana (Enrico Mellini, Michele Carlo Isacco).
  •  Le sedi separate per i diversi mezzi di circolazione in rapporto alla incolumità degli utenti della strada (Erik Silva).
  •  Soste e parchi per autoveicoli (Paolo Badano); Autorimesse (Alfredo Traversi).
  •  Sistemi meccanici di regolazione del traffico (Cesare Solari, Mario Tomasini).
  •  Rumori ambientali della strada, rumori propri del traffico e provvedimenti per diminuirli (Ugo Bordoni, Arturo Mercanti).
  •  Disciplina dell’illuminazione degli autoveicoli incrociantisi nelle circostanze di scarsa visibilità e disciplina delle segnalazioni luminose dei veicoli (Ugo Bordoni, Paolo Lattanzi).
  •  Sicurezza della circolazione in rapporto alla aderenza delle superfici sulle strade moderne (Italo Vandone, Ernesto Martinez); Sicurezza della circolazione in rapporto alla attrezzatura segnaletica di sicurezza della strada (Ferruccio Vezzani, Arturo Mercanti); Sicurezza della circolazione in rapporto alle luci per la illuminazione della strada ed a quelle pubblicitarie di richiamo (Ugo Conte, Ugo Vallecchi).
  •  Segnalazioni itinerarie e facilitazioni varie del traffico automobilistico (Carlo Mignone, Giuseppe Centola).
  •  Segnalazioni, disciplina e sgombero della circolazione nella prevenzione contro aerei (Giulio Viterbi, Alessandro Romani).


V Conferenza
Napoli, 29 aprile-2 maggio 1935


Regolazione del traffico stradale

  •  Unificazione dei regolamenti di circolazione urbana in rapporto al Nuovo Codice della Strada (Roberto Bosco, Enrico Saporiti, Arrigo Zanelli).
  •  Dei rapporti fra gli utenti della strada (Michele Carlo Isacco, Benedetto Mauro, Arrigo Zanelli).
  •  Unificazione delle forme, dimensioni, colori, segni, leggende e sistemi di impianti: a) dei segnali di pericolo, di prescrizione, di indicazione e di orientamento (Enrico Mellini, Ernesto Martinez, Arturo Mercanti), b) dei segnali di regolazione del traffico (Cesare Solari, Mario Bedoni, Francesco Saggese), c) dei segnali di separazione e coinvolgimento dei diversi tipi di traffico (Ugo Conte, Ugo Vallecchi), d) la separazione delle sedi stradali per i vari tipi di veicoli (Italo Vandone).
  •  Statistica e analisi degli incidenti stradali e la loro importanza agli effetti della regolamentazione, della attrezzatura stradale e della propaganda. Coordinamento e unificazione dei sistemi di rilevazione e raccolta (Eustarchio Antonucci, Giovanni Romagna, Giuseppe Centola).
  •  Risultati dell’analisi psicotecnica degli infortuni stradali e psicotecnica dei metodi di prevenzione (Agostino Gemelli); La propaganda per l’educazione degli utenti della strada in rapporto alla sicurezza della circolazione e alla prevenzione degli incidenti (Vittore Alemanni, Giuseppe Centola).
  •  Le luci della strada nei rapporti della sicurezza della circolazione notturna e il problema della visibilità notturna nei riguardi: a) degli autoveicoli fra loro; b) degli autoveicoli e della strada; c) delle condizioni atmosferiche (Ugo Bordoni, Arturo Mercanti, Ernesto La Valle).
  •  Attrezzatura stradale in rapporto alla assistenza sanitaria, meccanica e telefonica del traffico (Ernesto Martinez, Arturo Mercanti, Zeno Mataloni, Cesare Capanna).
  •  La circolazione silenziosa e i mezzi per garantirla (Francesco La Farina, Ugo Bordoni, Mario Bedoni).


VI Conferenza
Torino, 20-25 maggio 1937

Circolazione stradale

  •  Realizzazione dei voti delle precedenti conferenze nella legislazione, nella regolamentazione, nella tecnica e nella prassi delle strada e della circolazione (Michele Carlo Isacco, Cesare Albertini, Mario Bedoni, Ugo Bordoni, Roberto Bosco, Cesare Capanna, Ugo Conte, Francesco La Farina, Ernesto La Valle, Enrico Mellini, Cesare Solari, Arrigo Zanelli).
  •  Analisi e utilizzazioni delle statistiche degli incidenti stradali ai fini della sicurezza della circolazione (Eustachio Antonucci, Giuseppe Centola, Livio Livi, Ferruccio Vezzani).
  •  La circolazione di transito nelle agglomerazioni urbane e il regime tecnico amministrativo e finanziario delle traverse interne degli abitati (Arnaldo Battistini, Vittorio Ferrari, Ernesto Martinez).
  •  La circolazione velocipedista: provvidenze tecniche e regolamenti per agevolarla e per disciplinarla (Italo Vandone, Virgilio Coltro).
  •  Usi delle aree stradali, delle adiacenze e dei prospetti per fini e con mezzi estranei o pregiudizievoli alla circolazione (Cesare Albertini, Giuseppe De Medici, Carlo Pesatti).
  •  Il divieto dei segnali acustici in relazione: a) ai casi di immediato pericolo di investimento; b) ai sorpassanti fra i veicoli ed al rispetto della linea di mezzeria stradale (Francesco La Farina, Ivo Magnani).
  •  La circolazione pedonale: mezzi per agevolarla e disciplinarla (marciapiedi, banchine, salvagente, zone di attraversamento, segnalazioni, ecc.) (Mario Tomasini, Erik Silva).

torna su